Buon Giovedì Santo

La lavanda dei piedi é un simbolo del Giovedì Santo. Si tratta del gesto che compie Gesù nei confronti dei propri discepoli durante l’Ultima Cena. Un gesto commovente perché fa ciò prima di essere condannato a morte. La lavanda dei piedi simbolo di ospitalità Il Vangelo di Giovanni, al capitolo 13, racconta l’episodio della lavanda dei piedi. Gesù «avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine», e mentre il diavolo già aveva messo nel cuore di Giuda Iscariota il proposito di tradirlo, Gesù si alzò da tavola, depose le vesti e preso un asciugatoio se lo cinse attorno alla vita, versò dell’ acqua nel catino e con un gesto inaudito, perché riservato agli schiavi ed ai servi, si mise a lavare i piedi degli Apostoli, asciugandoli poi con l’ asciugatoio di cui era cinto. Poiché a quei tempi si camminava a piedi su strade polverose, fangose e sporche di escrementi di animali, indossando solo dei sandali, alla fine della giornata i piedi erano in condizioni veramente brutte. La lavanda dei piedi, una pratica tipica dell’ ospitalità nel mondo antico, era un dovere dello schiavo verso il padrone, della moglie verso il marito, del figlio verso il padre. Essa veniva effettuata con un catino e un asciugatoio.

Quando fu il turno di Simon Pietro, egli chiese: “Signore tu lavi i piedi a me?”. Gesù rispose: “Quello che io faccio, tu ora non lo capisci, ma lo capirai dopo”. Pietro, non avendo compreso, si oppose. Allora Gesù rispose di nuovo: “Se non ti laverò, non avrai parte con me”. Pietro rispose: “Signore, non solo i piedi, ma anche le mani e il capo!”. Questa lavanda fu una delle più grandi lezioni che Gesù diede ai suoi discepoli, perché essi avrebbero dovuto seguirlo sulla via della generosità totale nel donarsi verso tutti i fratelli, superiori ed inferiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *